Dieta low carb: cos’è e come funziona

Le persone sono sempre più consapevoli che il mantenimento di una dieta sana è essenziale per una migliore salute e disposizione.

Con questo, la dieta a basso contenuto di carboidrati sta guadagnando sempre più importanza. Sai cos’è e come funziona?

I fan a basso contenuto di carboidrati dicono che non è solo una dieta, è uno stile di vita.

Questo perché deve essere fatto per sempre in un cambiamento di abitudini.

A differenza della piramide alimentare, che si basa sui carboidrati, questa dieta riduce drasticamente la quantità di questo nutriente.

Il risultato è una perdita di peso rapida ed efficace.

Vuoi saperne di più sulla dieta a basso contenuto di carboidrati? Continua a leggere, perché è di questo che parleremo in questo post, dai un’occhiata!

Come funziona?

La parola low carb significa basso contenuto di carboidrati, il che significa che non dovremmo escludere questo macronutriente dalla dieta, ma diminuirne il consumo.

E come si fa?

È semplice: sostituire le fonti ricche di amidi con cibi a basso contenuto di carboidrati e ricchi di vitamine, fibre e minerali, come le verdure.

A basso contenuto di carboidrati, il pasto dovrebbe essere composto per il 70% da verdure, mentre il resto è dovuto a proteine ​​e grassi sani.

Quali cibi si evitano?

Nel gruppo degli alimenti ristretti per chi vuole dimagrire figurano pasta, pane, cereali, legumi, radici, tuberi, la maggior parte dei frutti, tutti i tipi di zuccheri e latte di origine animale.

Inoltre, non dovrebbero essere consumati oli industrializzati e raffinati, margarine e altri prodotti lavorati.

Quali cibi sono ammessi?

A basso contenuto di carboidrati, vengono rilasciate tutte le verdure a basso contenuto di carboidrati, che sono legumi, verdure e alcuni frutti, come frutto della passione, limone, fragola, lampone, cocco e avocado, oltre alle proteine ​​di carne di tutti i tipi e uova .

I grassi buoni fanno parte del menu, sono: strutto, olio d’oliva, burro, olio di cocco, olio di avocado, noci e castagne.

Abbiamo ancora formaggi gialli e panna acida, che possono anche essere mangiati.

Vale la pena ricordare che per coloro che vogliono mantenere o aumentare di peso, è possibile includere cibi con buoni carboidrati, come manioca, carote, barbabietole, tipi di patate, frutta e altri.

La dieta a basso contenuto di carboidrati ha controindicazioni?

Sebbene sia una dieta che dà la priorità ai cibi sani, deve essere prescritta da un nutrizionista. Dal momento che può causare danni alla salute se non fatto bene.

Le donne incinte, i bambini e gli anziani, oltre alle persone con malattie croniche e disturbi alimentari, dovrebbero cercare un professionista per adattare la dieta alle loro esigenze nutrizionali.

Quali sono i pro e i contro?

I vantaggi della dieta a basso contenuto di carboidrati sono la rapida perdita di peso corporeo seguita dalla combustione dei grassi.

Inoltre, stimola la sensazione di sazietà, cioè riduce la fame.

Gli svantaggi risiedono negli effetti collaterali che molte persone provano quando aderiscono a questa dieta.

Nei primi giorni è comune avere mal di testa, vertigini e debolezze, ma passano dopo l’adattamento.

La dieta a basso contenuto di carboidrati è un modo efficace e salutare per perdere peso, a condizione che sia prescritta e monitorata da un nutrizionista.

Con esso è possibile raggiungere il peso ideale e avere più benessere.

Adolfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto